DSC_0787Il salmone è un pesce che si presta a numerose varianti e ricette diverse: noi qui lo consideriamo come piatto unico e ve lo suggeriamo in crosta, cioè avvolto da uno strato di pasta sfoglia e accompagnato da un ricco ripieno di riso e funghi.

400 gr di pasta sfoglia

250 gr di salmone fresco

40 gr di riso

100 gr di funghi champignon

mezzo litro di brodo

80 gr di burro

2 uova

3 scalogni

paprika

erba cipollina

aneto

limone

Tagliate a pezzi il salmone e ponetelo in una teglia da forno che avrete precedentemente unto con del burro: versate la paprika e l’aneto, il sale, il vino e il succo del limone. Infornate a 180 gradi per 15 minuti ricordandovi di coprire la teglia con un foglio di alluminio. Nel frattempo approfittatene per tagliare finemente gli scalogni e rosolarli in poco burro (o olio): tostate a questo punto il riso per qualche minuto e poi versate il brodo. In una casseruola a parte fate andare con olio o burro i funghi tritati con l’ultimo scalogno che avrete sempre tagliato finemente; a metà cottura aggiungete l’erba cipollina e un po’ di pepe. Prendete la sfoglia e tiratela senza renderla troppo sottile (non meno di mezzo centimetro di spessore) per formare un rettangolo: al centro ponete uno strato di salmone, poi uno di riso e infine uno di funghi. Chiudete la pasta sfoglia come per formare un rotolo e spennellate con un uovo sbattuto le parti che dovranno restare chiuse e poi tutto il rotolo. Ricordatevi di fare due buchi nella pasta sfoglia per far uscire l’aria. Infornate a 210 gradi per dieci minuti, poi abbassate a 180 e proseguite per almeno 30 minuti.