ratatouilleUn classico dei contorni è questa ricetta di origine francese ma che è utilizzata in tutte le case. La ratatouille subisce numerose variazioni in base ai paesi e alla stagione, ma è sempre uno dei modi migliori per apportare le famose cinque porzioni di frutta e verdura al nostro organismo. La versione che vi proponiamo è senza aglio e con l’aggiunta di semi oleosi ricchi di nutrienti.

4 zucchine

2 melanzane

4 pomodori maturi

1 cipolla

1 peperone rosso

1 peperone giallo

basilico fresco

semi di sesamo e semi di lino

opzionale: un cucchiaio di tahin (crema di sesamo) o due cucchiaini di salsa di soia

Pulite, pelate e poi tagliate le verdure a tocchetti. In una padella antiaderente ampia fate soffriggere la cipolla aiutandovi con un po’ d’acqua in modo che venga per una parte stufata. Versate nella padella le melanzane e dopo qualche minuti aggiungete anche le zucchine. Salate o aggiungete del dado vegetale. La ricetta originale prevede la cottura separata di ogni verdura, ma noi uniamo alcune di esse per velocizzare la ricetta. In un’altra padella fate andare i pepeperoni in un po’ d’olio caldo per poi aggiungerci dell’acqua, per facilitare la cottura. Quando la cottura è quasi ultimata unite i pomodori sempre tagliati a pezzi e le foglie di basilico fresco e lasciate andare per qualche minuto. Prima di spegnere il fuoco di melanzane e zucchine versate una manciata di semi di lino e di sesamo e mescolate. Unite i peperoni con il pomodoro e mescolate. A questo punto la ratatouille tradizionale è pronta: se volete provare delle varianti particolari provate ad aggiungere prima di spegnere la fiamma della salsa di soia (per un sapore orientale) oppure del tahin sciolto in acqua calda (per un sapore mediorientale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *